La Scuola

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Biancavilla è un grosso centro di circa 23.000 abitanti, situato alle pendici dell’Etna. 
Confina a sud con la valle del Simeto e con Centuripe, a est con Santa Maria di Licodia, ad ovest con Adrano e a nord con l’Etna. 
Sotto il profilo urbanistico è caratterizzato da un centro storico con palazzi, chiese, una villa dell’800, strade in pietra lavica e da quartieri circostanti, in parte nuovi e in massima parte vecchi, che evidenziano un certo degrado. Biancavilla racchiude in sé una popolazione legata alla cultura contadina e alla media borghesia. 
L’attività economica si sviluppa in diversi settori: agricolo, artigianale, terziario. 
Le coltivazioni più frequenti sono vigneti, agrumeti, frutteti, uliveti, mandorleti e fichidindia.
Nel paese sono presenti scuole dell’infanzia e primarie, una scuola secondaria di 1° grado, un istituto comprensivo, un istituto tecnico industriale, un istituto Professionale, un Istituto commerciale parificato, un liceo delle scienze umane e un centro EDA ospitato presso la scuola secondaria di 1° grado “L. Sturzo”. Per il tempo libero possono essere utilizzate le seguenti strutture: campo di calcio, calcetto, basket, tennis, giardino comunale, oratori parrocchiali, biblioteca comunale, cinema, teatro e sale da gioco. Sono fruibili inoltre le seguenti risorse: carabinieri, vigili urbani, protezione civile, servizi socio-sanitari dell’ASL, centro terapeutico “Cenacolo Cristo Re”, consultorio familiare, comunità riabilitativa “Sentiero Speranza”, associazioni CRI e AVIS. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

 

 

Da questa sessione è possibile avviare il Download del regolamento del nostro istituto

 

 

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
 
La Scuola dell’Infanzia concorre all’educazione armonica ed integrale dei bambini e delle bambine che, attraverso la famiglia, scelgono di frequentarla dai 3 anni fino all’ingresso nella scuola primaria, nel rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle capacità, delle differenze e dell’identità di ciascuno, nonché della responsabilità educativa delle famiglie. 
Gli obiettivi generali del processo formativo che la Scuola dell’Infanzia si propone sono:
  • l’Identità personale;
  • l’Autonomia;
  • le Competenze dei bambini. 
Pertanto la Scuola dell’Infanzia recependo le Indicazioni ministeriali, tenendo conto delle risorse del territorio, delle esigenze delle famiglie, nonché del gruppo e del singolo si attiva ad elaborare i Piani Personalizzati delle Attività Educative (P.P.A.E.) distinti in cinque differenti campi d’esperienza:
  • Il sé e l’altro;
  • Il corpo in movimento;
  • Linguaggi, creatività, espressione;
  • I discorsi e le parole;
  • La conoscenza del mondo. 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La finalità del primo ciclo è la promozione del pieno sviluppo della persona. Per realizzarla la nostra scuola concorre con altre istituzioni alla rimozione di ogni ostacolo alla frequenza; cura l’accesso facilitato per gli alunni con disabilità, previene l’evasione dell’obbligo scolastico e contrasta la dispersione; persegue con ogni mezzo il miglioramento della qualità del sistema di istruzione.
In questa prospettiva la scuola accompagna gli alunni nell’elaborare il senso della propria esperienza, promuove la pratica consapevole della cittadinanza attiva e l’acquisizione degli alfabeti di base della cultura. 
 
Il curricolo della nostra scuola, inteso come progetto unitario di apprendimento, tiene conto delle Indicazioni ministeriali e degli Obiettivi Generali del processo formativo per valorizzare: 
 
  • le idee e i valori presenti nella esperienza del fanciullo; 
  • la corporeità come valore; 
  • le conoscenze da quelle elementari a quelle più complesse e formali; 
  • il confronto interpersonale; 
  • la diversità delle persone e della cultura come ricchezza; 
  • l’impegno personale e la solidarietà sociale. 

 

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Viene adottato l’assetto pedagogico, didattico ed organizzativo individuato dalle Indicazioni Nazionali 2012.

Scelte Generali

  • Costruire progetti educativi finalizzati alla valorizzazione della diversità, al rispetto reciproco e al riconoscimento della propria identità;
  • Valorizzare e potenziare le competenze esistenti all’interno della scuola;
  • Conoscere, rispettare e utilizzare le risorse socio-culturali, economiche ed ambientali del territorio;
  • Sviluppare una rete di collaborazione tra le scuole che ottimizzi e potenzi le risorse dell’istituto e del territorio;
  • Dotare i plessi di adeguate strutture tecnologiche e attrezzatura tecnico-scientifica, per arricchire la didattica e per partecipare al rapido evolversi del sistema di comunicazione;
  • Sviluppare la collaborazione con le famiglie attraverso forme innovative di dialogo confronto e partecipazione alla vita della scuola;
  • Gestire le risorse secondo criteri di efficienza ed economicità.

Albo on line

albo on line

 

   

 

        

 

       

 

 

 

 

    

 

         

   

 

 

 
 
 
Go to top